La dott.ssa Maria Bernardi ha incontrato, nella mattina di ieri, i giornalisti della carta stampata e delle televisioni locali.

Nel corso della conferenza stampa il nuovo Commissario Straordinario ha tracciato le linee guida su cui si muoverà nell’arco di tempo della sua gestione.

Il massimo responsabile della sanità pubblica vibonese, affiancato dal Direttore Sanitario Dott. Matteo Galletta, dal Direttore Amministrativo Dott.ssa Elisabetta Tripodi e dal Responsabile dell’Ufficio Comuniazione-Urp Dott. Nazzareno Fedele, dopo il saluto ai rappresentanti dell’informazione presenti, si è soffermato in particolare su alcuni punti programmatici relativi alla riorganizzare dei servizi e al miglioramento delle prestazioni sanitarie in periodo di pandemia.

“Sul fronte alla lotta contro il coronavirus è mia intenzione intensificare la campagna vaccinale anti-covid aumentando il numero delle somministrazioni giornaliere” ha dichiarato Maria Bernardi”. “Contestualmente si procederà con il potenziamento delle USCA (Unità speciali di continuità assistenziale), le quali svolgono un ruolo essenziale per evitare che i casi positivi arrivino in ospedale. Il tutto in conformità con gli obiettivi prescritti dal Commissario Dott. Guido Longo”.

Continuando nell’illustrazione dei punti programmatici, la Bernardi ha informato i presenti che presto arriverà una nuova apparecchiatura per processare i tamponi che va ad aggiungersi alle altre due già acquistate nei mesi scorsi.

Sarà inoltre pubblicato, sul portale istituzionale, un report giornaliero per descrivere la situazione sul territorio e la provenienza geografica dei nuovi positivi.

Il neo commissario ha poi informato i presenti di aver confermato il Direttore Sanitario Matteo Galletta e il Direttore Amministrativo Elisabetta Tripodi.

Il Direttore Amministrativo Elisabetta Tripodi dal canto suo, è entrata nel merito della polemica che negli ultimi giorni ha coinvolto l’Asp di Vibo in merito a un presunto premio da 40mila euro dato al Commissario Giuseppe Giuliano. “Va chiarito prioritariamente che si tratta di un atto previsto dalla legge e che, allo stato nessun compenso è stato liquidato al Commissario Giuliano e nemmeno alla sottoscritta o al Dott. Galletta. Al fine di chiarire in modo definitivo quanto erroneamente riportato da alcuni organi di stampa, si precisa che eventuale compenso al dott. Giuliano potrà avvenire solo a seguito della positiva valutazione da parte del Commissario ad acta Dott. Guido Longo. Non si tratta, in ogni caso, di 40mila euro – ha aggiunto – ma dei 9/12 per quanto riguarda il commissario Giuliano e del 20 per cento, della cifra ammontante ai 9/12, per noi direttori. Quindi parliamo di circa 6mila euro lordi, ma sempre subordinati alla valutazione positiva del commissario Longo».

 

 

 

 

 

News

Link utili

  • Cdasp
  • Cartellino dipendenti
torna all'inizio del contenuto

Privacy Policy & Cookies

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente . Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.