In risposta ai più recenti commenti intervenuti sulla stampa quotidiana in ordine alla paventata chiusura di alcune Postazioni di Continuità Assistenziale, il Direttore del Distretto Sanitario Unico Dott. Raffaele Bava, precisa quanto segue:

La decisione di procedere ad una temporanea rivisitazione delle Postazioni di Continuità assistenziale dell’ASP di Vibo Valentia, si  è resa necessaria per sopperire alla carenza di medici cui assegnare, anche con incarichi a tempo determinato, la copertura dei turni di servizio.

Tale carenza si è ulteriormente accentuata per le assenze per malattia di alcuni titolari di incarico di Continuità Assistenziale e per le numerose rinunce da parte di altrettanti medici che hanno optato per altri incarichi sia all’interno dell’ASP di Vibo che altrove.

Corre tuttavia l’obbligo di sottolineare che, nonostante le oggettive difficoltà testé enunciate, non si è proceduto ad alcuna soppressione delle 39 Postazioni presenti su tutto il territorio provinciale, ma semplicemente ad una temporanea unificazione di postazioni territorialmente vicine.

Ciò è stato possibile grazie alla disponibilità di alcuni medici che hanno accettato di coprire turni supplementari, al fine di evitare che nessun assistito possa rimanere privo di assistenza sanitaria.

Si precisa infine, che il Commissario Straordinario Dr.ssa Maria Bernardi, sta individuando una imminente e congrua soluzione finalizzata a garantire tutti.

 

 

 

 

 

News

SCREENING ONCOLOGICO - INFORMAZIONI

Link utili

torna all'inizio del contenuto

Privacy Policy & Cookies

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente . Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.